Side Menu
Succede solo a Bologna APS | MOSTRA FOTOGRAFICA "CAPITALE UMANO"
Omaggio alle persone che rendono viva Bologna-Mostra fotografica di Arianna Totaro. Una città è fatta dalle persone che ci vivono e ci lavorano.
Mostra fotografica Bologna Eventi Arte Associazione
47825
page-template-default,page,page-id-47825,page-child,parent-pageid-47821,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,
   

MOSTRA FOTOGRAFICA “CAPITALE UMANO”

ARTE IN SAN PETRONIO

28 GENNAIO 2017 DALLE 20 ALLE 24

ENTRATA DA VICOLO COLOMBINA 9

 

 

Una città è fatta dalle persone che ci vivono e ci lavorano. Spesso ci si trova a giudicare una città per le sue bellezze artistiche e per i suoi monumenti, noi siamo convinti che a fare la differenza siano le persone, che vivono la città e la fanno vivere.

 

Per fotografare l’anima di una città, cosa c’è di meglio che fotografare il lavoro quotidiano di chi la rende viva?

Questa è stata l’idea che ha fatto da filo conduttore al progetto ideato da Succede solo a Bologna insieme ad Arianna Totaro, giovane laureata in arti visive, che ha girato Bologna armata della sua Reflex per cogliere nei suoi scatti istanti dei più diversi lavori che in essa si svolgono.

 

In un percorso lungo due anni, dall’estate 2015 alla fine del 2016, Arianna ha percorso le strade della sua città fino alla campagna dei colli, alla ricerca di immagini rappresentative delle attività che la animano.

 

Senza programmazione, senza l’organizzazione di un set fotografico, solo animata dal desiderio di fissare attraverso la macchina fotografica l’istante che l’occhio di qualunque spettatore avrebbe colto.

 

Grazie alla disponibilità di chi si è lasciato ritrarre, nelle 158 foto a colori in mostra Arianna ha ritratto altrettante persone, colte nella spontaneità dei gesti che ogni giorno compiono per la loro attività: dal fabbro al meteorologo, dal vigile alla biochimica, dal macellaio al giudice, dal parrucchiere al dentista, dalla postina al veterinario, dal tatuatore all’erborista, dal restauratore al barista, dall’agricoltore sul suo trattore alla maestra con i suoi alunni, e così via…

 

Una foto per ogni lavoro, una persona per ogni anima delle tante anime di Bologna.